martedì 2 novembre 2010

La felicità è possibile - Roberto Albanesi


Non propriamente un libro, quanto più un saggio sul vivere bene o "Wellbeing", ovvero benessere. Albanesi analizza questa nuova filosofia di vita più moderna che risulterebbe una strada verso la felicità. Il libro è una rottura con le filosofie e le religioni convenzionali, si mira alla filosofia dell'individuo che non può accollarsi i problemi del mondo, ma in primo luogo deve risolvere i suoi: a partire dalla personalità fino poi ai comportamenti e all'interazione con tutti gli altri. I pensieri esposti possono sembrare anche drastici, e probabilmente per molti lo saranno, ma quello che realmente vuole insegnare l'autore è il mettere in discussione in primo luogo se stessi migliorandoci per poi risolvere i problemi restanti che sarebbero sicuramente molto minori in numero e meno gravi. E' una lettura impegnativa, che non è consigliabile fare prima di andare a dormire, in quanto bisogna avere la lucidità mentale per capire cosa significa in realtà quello che si sta leggendo e se effettivamente ci riguarda da vicino: bisogna ragionare su ogni cosa letta. Le idee proposte sono alcune volte discutibili, forse nella maggior parte dei casi, e in particolar modo lo stile che sembra quasi "arrogante" nel modo di esprimere queste massime se possiamo così definirle. Tuttavia non è questo il messaggio che l'autore ci vuole trasmettere; non si crede depositario della verità assoluta, ma piuttosto usa un tono forte, spesso "matematico" per analizzare il problema che troppo spesso il lettore crede sia distante anniluce da lui: il mettersi in gioco è il primo passo per la propria felicità, studiare se stessi per migliorarsi e migliorare il proprio stile e soprattutto qualità della vita.

I temi trattati sono i più vasti: dalla psicologia, alla religione, all'amore e la relativa sessualità, ai rapporti interpersonali parentali e non, allo sport e all'alimentazione, all'invecchiamento, alla società e molti altri ancora. Le idee esposte sono quelle di un autore che ha la sua visione rigida della vita che possono essere non condivisibili, ma come già ribadito l'autore non cerca adepti ma semplicemente menti libere che vogliono migliorarsi anche solo accorgendosi di quello che i loro occhi vedono nella realtà di tutti i giorni per distruggere quelle realtà illusorie dove molti vivono.

Il libro è diretto verso coloro che hanno realmente la volontà di discutere se stessi e il loro atteggiamento verso la vita perché non è la vita che si deve adattare a noi, ma il contrario: chi non ha la volontà di cambiare è inutile che si compri il libro che in ogni caso non troverà nelle librerie poiché ordinabile solo via internet. In ogni caso è un ottimo saggio che, anche se condiviso in alcune parti, riesce a far riflettere il lettore e a confrontarsi con un'altra opinione del tutto valida a livello logico. Un saggio che in realtà rappresenta lo stile di vita e la visione nella sua completezza da parte dell'autore che vuole mostrare quanto teorie, spesso prese come modello di vita, siano in realtà del tutto incoerenti con i principi moderni e riconducano il vivere la nostra vita al "tirare avanti" giorno per giorno non godendosi quello che realmente potremmo sfruttare. "Non limitatevi a sopravvivere, cercate di vivere meglio" dice Albanesi.

Prima di comprare il libro sarebbe necessario visitare il sito dell'autore www.albanesi.it dove si possono trovare tutti i temi trattati insieme agli altri libri redatti e le inchieste trattate dallo stesso autore.

Nessun commento:

Posta un commento