giovedì 28 ottobre 2010

Zona Pericolosa - Lee Child


Prima avventura di Jack Reacher, anche se non in ordine cronologico.

Jack Reacher approda a Margrave, una minuscola cittadina della Georgia, quasi surreale per la sua prefezione: strade asfaltate alla perfezione senza alcun rifiuto di minimo genere, case dipinte con giardini verdeggianti, infrastrutture nuove e efficienti; tutto sembra andare alla perfezione a Margrave. Ma il ruolo da turista di Reacher a Margrave dura veramente poco: trenta minuti e viene arrestato con l'accusa di omicidio di cui non sa assolutamente nulla. Viene prima trattenuto nella caserma di Margrave e poi gentilmente fatto alloggiare nella sezione di condannati a morte e ergastolani al carcere insieme a un giovane uomo terrorizzato che non riesce neanche a parlare. Dopo una notte movimentata in carcere vorrebbe solo andarsene da quel luogo, ma presto scoprirà che la vittima dell'omicidio non è una persona qualunque ma suo fratello; deciderà di fare giustizia, la sua giustizia, e andare fino in fondo alla faccenda cercando di capire cosa si nasconde dietro a una città così perfetta come sembra essere Margrave.

Il primo giallo di Lee Child e la prima avventura di Reacher e probabilmente la più bella insieme a Niente da Perdere. Un libro che ti cattura già dalle prime pagine con la sua narrazione veloce resa molto più efficace grazie alle numerose azioni dove spesso si ricorre alla più cruda violenza. Già in questo giallo Jack Reacher ricopre il solito ruolo di eroe giustiziere e si inserirà di prepotenza nei grandi personaggi di collane dei gialli. Un libro assolutamente spettacolare tra violenza e omertà alla ricerca di una verità nascosta di cui nessuno sembra sapere niente. Probabilmente il giallo che più mi ha catturato e che merita veramente di essere letto, e riletto.

Nessun commento:

Posta un commento