sabato 30 ottobre 2010

Destinazione Inferno - Lee Child


Questa volta Jack Reacher si trova a Chigaco in una splendida giornata di sole e si appresta ad aiutare una giovane donna con le stampelle quando entrambi vengono rapiti, caricati in un furgoncino e legati l'uno all'altra per duemila miglia lungo l'America. Jack scoprirà che la giovane donna è Holly Johnson. agente dell'FBI in incognito, ma dietro c'è di più: perché mai viene rapita una semplice agente dell'FBI? E dopo tre giorni di viaggio l'idea di Reacher è chiara: Holly non è una semplice agente. L'FBI intanto inizia le ricerche di Holly, ma non ci sono troppi indizi e trovarla non sarà facile e richiederà del tempo.
La destinazione è un piccolo paese tra i boschi e sembra tutto organizzato per il rapimento. Quello che Reacher dovrà affrontare questa volta è un intero gruppo di fanatici senza rischiare la vita di Holly.
Come negli altri libri di Lee Child il protagonista è l'ex agente della Polizia Militare, Jack Reacher che come al solito si trova nel momento sbagliato al posto sbagliato. Si rivelerà ancora una volta un maestro di azione e di psicologia. Ma buona è anche la descrizione di tutti i personaggi secondari, prima tra tutti Holly. Il ritmo fin dalle prime pagine è veloce e le scene descrittive non sono mai noiose; i colpi di scena sparsi per tutto il libro tengono il lettore sempre attento ai minimi particolari e incollato al libro per tutte le sue quasi cinquecento pagine.

Un altro giallo all'altezza di Reacher che mantiene la promessa facendoci attendere il finale come sempre. Un thriller ben sviluppato e raccontato.

Nessun commento:

Posta un commento